Protocollo d’Intesa tra l’Istituto comprensivo di Davoli e l’Associazione Volontariato Vincenziano – Biblioteca di Davoli

Progetto lettura … in biblioteca e a scuola

Da diversi anni, la biblioteca Vincenziana e l’Istituto Comprensivo di Davoli, collaborano in attività mirate alla promozione della lettura e della cultura pensando anche i non studenti. Un laboratorio aperto che ha prodotto degli ottimi risultatati. Visite in biblioteca, letture in classe, ancorché corsi di alfabetizzazione informatica per gli over 60.  Durante l’anno scolastico passato,  i Volontari Vincenziani, hanno  sviluppato, nelle classi dell?istituto il progetto “Ti leggo una favola … continuala tu!”

Benché fossero delle iniziative occasionali, o se volete, senza una vera progettazione,   hanno comunque tracciato la strada da percorrere.

L’insediamento del nuovo Preside, prof. Angelo Gagliardi, carico di entusiasmo e gran voglia di fare, ha permesso di progettare un’effettiva collaborazione. Infatti, dopo cordiali e proficui colloqui si è giunti alla conclusione di stilare un protocollo d’intesa fra l’Istituto comprensivo di Davoli e la biblioteca Vincenziana subito ratificato dal Consiglio d’Istituto.

Finisce così la precarietà passando a una fase di nuove e interessanti iniziative tra le quali annoveriamo la ricorrenza del centenario della  Prima Guerra Mondiale e la giornata del Libro. Si è pure deciso di collegare i siti delle due istituzioni attraverso un collegamento ipertestuale apposto nei rispettivi siti.  Nelle sale, rinnovate, confortevoli e tecnologicamente all’avanguardia, dell’Istituto di Davoli, si terranno corsi di computer per gli over 60 con l’evidente scopo di ridurre l’ignoranza tecnologica e, quindi, togliere gli anziani dall’isolamento. E non è poco!

La garbatissima lettera di presentazione del Preside pubblicata sull’Orizzonte, mensile della Chiesa distribuito in tutte le famiglie, e l’evento culturale “leggere per crescere, organizzato in pochissimi giorni con grande apprezzamento dei docenti, studenti e famiglie, fanno ben sperare. La povertà culturale, infatti, è la più insidiosa e subdola tra le povertà ed è veramente difficile eliminarla. Ben venga dunque un preside con buona volontà e, soprattutto, buoni propositi.

 

 

LEGGI IL PROTOCOLLO D’INTESA >>

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in news. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...